Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta il link Per saperne di piu'

Approvo

Stefano Sub di Mennucci Stefano - Banchina IV novembre 57036 Porto Azzurro
P.I : 01777030493
Tel. +39.380.5042063 - Email: info@stefanosub.it

Cannelle esterne

  • punta-delle-cannelle
Una delle immersioni più affascinanti e belle della zona che si presta sicuramente meglio a subacquei esperti, ma che può farsi apprezzare anche da principianti con buona acquaticità.

Passata PUNTA DELLE CANNELLE a circa 100mt. diamo fondo tenendo come riferimento la scaletta sulla costa. Scendiamo in catena e raggiungiamo il fondo ghiaioso a 15mt. dovremo navigare perpendicolari alla costa direzione est sopra questo fondale piatto. Per raggiungere l'inizio della secca a metri 19 qui subito potremo imbatterci in due o più CERNIE continuiamo la nostra discesa lungo la parete che sprofonda in verticale tenendola a destra direzione sud arriviamo velocemente a 40mt. Qui la parete cambia direzione di 90° direzione est. Intravediamo un passaggio la cui volta e' ricoperta di spugne gialle, ma decidiamo di non introdurci poiché attratti da una spaccatura ricoperta di PARAMURICEA. Tutto ciò e' fantastico! Siamo però a 45mt. e di fronte a noi esattamente di fronte alla punta si scorge un'altra secca con in cappello a 52 mt. e la base a 60 mt.

Solo un paio di minuti per osservare numerosi ASTROSPARTUS MEDITERRANEUM (STELLA GORGONE), che popolano questa profonda secca attaccati alle gorgonie rosse. E' ora di risalire con alcuni minuti di deco da affrontare… Lo spettacolo e' bellissimo e noi incollati alla parete osserviamo questo scenario formato da spaccature e volte coloratissime. Iniziamo la risalita per ritornare a 25mt. dove spesso vi stazionano grossi DENTICI. A questo punto non ci rimarrà che desaturarci diminuendo profondità e navigheremo cercando un po' di vita fra i massi qua e la puntando alla secca dei 19mt. con il tetto ricoperto di POSEIDONIA.

Raggiuntala, giriamo di 90° per andare ad incocciare un grossissimo masso che ci porterà a 15mt., e via via sottocosta girovagando in acqua bassa trascorrendo minuti prima di riemergere sotto la barca.

Powered by Infoelba