Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta il link Per saperne di piu'

Approvo

Stefano Sub di Mennucci Stefano - Banchina IV novembre 57036 Porto Azzurro
P.I : 01777030493
Tel. +39.380.5042063 - Email: info@stefanosub.it

Scoglio di Remaiolo

  • scoglio-remaiolo
Immersione adatta a tutti e realizzabile a tutte le profondità da 0 a 45 mt.

A 50 min. di barca scapolato CAPO TURCO dopo Punta Ripalti si trova un grosso scoglio affiorante denominato SCOGLIO REMAIOLO. Decidiamo di ormeggiare sul versante sud su un fondale di 12mt. in prossimità della cigliata che si rivolge verso il mare aperto in direzione sud-est e si protrae dallo scoglio per più di 150mt. L'impatto scenografico è da subito molto affascinante e mano mano che si prosegue nella discesa diventa più intenso, infatti è incredibilmente suggestivo “cavalcare” questa cresta come quella di una montagna che sprofonda nel blu. Da entrambi i lati della cresta si formano due pareti, una che scende quasi verticale a Sud/Est verso il mare aperto, ricoperta di Parazoanthus, Poriferi di diversi colore e Gorgonie Gialle, la l'altra rivolta a Sud Ovest scende più gradualmente ed è ricoperta da Gorgonie Rosse.

Le possibilità a questo punto sono svariate e dettate soprattutto dalle condizioni di visibilità, corrente e presenza di pesce pelagico come DENTICI, BARRACUDA su tutti. Infatti si può decidere di scendere lungo una parete o l'altra, ma probabilmente la scelta migliore è quella di proseguire seguendo la cresta che termina intorno ai 40 mt. per trovare proprio di fronte alla punta una spettacolare secca ricoperta di GORGONIE ROSSE dove si possono ammirare numerose uova di GATTUCCIO e incontrare ARAGOSTE E ASTICI.

Per i meno esperti il giro dello scoglio permette di rimanere ad una profondità non superiore ai 20 mt. ed offre la possibilità di curiosare tra le varie spaccature dove si nascondono Cernie, Gronghi, Murene, senza rinunciare ai fantastici colori delle incrostazioni che ricoprono anche questa parte di scoglio.

Powered by Infoelba